• Facebook
  • Twitter
  • 9000
  • 0

Foreste tropicali e ghiacciai dell’Antartide al “Muse” di Trento

Arte&cultura - - di

Speravo di vedere il sole sabato invece di quei nuvoloni carichi di pioggia. Poi ho pensato: meglio così. Oggi vado a visitare il Muse, il Museo delle Scienze di Trento. La giornata è stata a dir poco meravigliosa. Sinceramente non avevo mai visto un museo dove poter toccare, annusare e sperimentare. E se, come me, siete degli inguaribili curiosi, una giornata al Muse di Trento è l’ideale per soddisfare la vostra voglia di esplorare e di conoscere.

Muse di TrentoCosa lega le Dolomiti al mare? Andate al secondo piano e lo scoprirete. Qui si trova uno splendido acquario tropicale. Contiene un tipico ecosistema di barriera corallina e rappresenta l’ambiente di formazione delle rocce che costituiscono i massicci dolomitici. Poi su al quarto piano per  un’avventura tra i ghiacci. All’interno di un tunnel è possibile vivere le emozioni dell’alta quota, con voli mozzafiato sopra le cime alpine e dolomitiche, i ghiacciai e le foreste. Una carota di ghiaccio prelevata in Antartide dai ricercatori italiani permette, attraverso la “lettura” dei vari strati di ghiaccio, di ricostruire il clima del passato.

Al piano terra si trova la palestra della scienza: una ventina di postazioni interattive per avvicinarsi ai misteri della luce e delle illusioni ottiche, conoscere da vicino lo spazio e il tempo, utilizzare un computer solamente con gli occhi! Ad un certo punto un bimbo è scoppiato a piangere perché qualcuno lo stava fissando con sguardo minaccioso. Ma era solo un inganno della mente che i pittori conoscono molto bene. Quando osservi alcune loro opere hai l’impressione che gli occhi ti seguano ovunque!

Per conoscere i dinosauri delle Dolomiti prendete l’ascensore e digitate -1. Qui troverete anche una magnifica serra tropicale Muse di Trentomontana ravvivata da una grande e fragorosa cascata. È stato ricreato un frammento delle foreste dell’Eastern Arc, una delle più importanti catene montuose dell’Africa Tropicale Orientale. Potrete sentire il profumo dei fiori della Tabernaemontana, così simili al gelsomino, toccare i fusti rigonfi d’acqua del banano selvatico e avventurarvi tra le affascinanti fronde delle felci arboree. La serra è animata anche da piccoli animali: uccelli, rettili, anfibi e invertebrati assieme a molte rane e farfalle tropicali.

La mia visita è durata in tutto un paio d’ore. Per mancanza di tempo ho saltato alcune sezioni del Muse e dovrò tornarci al più presto. Per me è stata un’esperienza entusiasmante, da ripetere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati o clicca sulle icone per accedere

X Privacy e Cookie Policy