• Facebook
  • Twitter
  • 9000
  • 0

Una cattedrale verde nei boschi della Val di Sella

Arte&cultura - - di

Tana libera tutti di Patrick Dougherty Chi mi conosce lo sa. Appena posso infilo un paio di scarponi e imbocco un sentiero. L’ho fatto anche sabato scorso nei boschi della Val di Sella a Borgo Valsugana nello spazio espositivo Arte Sella. Un luogo magico dove sassi, foglie, rami e tronchi danno vita ad opere d’arte “viventi” come la “Cattedrale vegetale” di Giuliano Mauri: un’imponente istallazione verde che riproduce per dimensioni della pianta la cattedrale di Notre-Dame. Non un mattone. Non una pietra. Questa incredibile creazione di “land art” è fatta interamente di alberi, ha le dimensioni di una vera e propria cattedrale gotica con tre navate di dodici metri di altezza ed una superficie di 1220 metri quadrati. Sotto questa cupola di rami e foglie hanno suonato Vinicio Capossela, Gianmaria Testa, Goran Bregovic, Antonella Ruggiero e molti altri.Drago di Roger Rigorth

I percorsi di Arte Sella sono due: Arte Natura, di 2 ore, e l’area di Malga Costa, di circa mezz’ora. Nessun cartello esplicativo per raccontare le opere: ognuno le interpreta in base al proprio vissuto. Il consiglio è di visitare questa straordinaria esposizione a cielo aperto in diverse stagioni dell’anno, in particolare in autunno con la sua esplosione di colori. Attualmente sono presenti una cinquantina di opere. A Malga Costa incontriamo Giacomo Bianchi, il presidente di Arte Sella. Ci racconta che sono una ventina le persone che lavorano a questo progetto e che uno spazio simile esiste solo in Corea del Sud.

Transizione di Luca Petti Nel corso della sua storia Arte Sella ha ospitato l’energia creativa di più’ di trecento artisti  provenienti da tutte la parti del mondo. La cantante Elisa ha registrato un lungometraggio, sono passati di qui Jovanotti e i Marlene Kunz. Marco Paolini in questi silenzi trova l’ispirazione per costruire momenti dei suoi spettacoli. Qui è nata la “Fucina”, laboratorio e cenacolo di artisti guidati dal violoncellista Mario Brunello. Partendo dall’esperienza di questi paesaggi gli scrittori in erba della Scuola Holden di Alessandro Baricco hanno dato vita ad  inediti racconti.

Concludo ricordandovi che lo spazio espositivo di Arte Sella ospiterà fino al 28 dicembre un ricco programma di eventi.

Tag

arte

Giornalista con un’inguaribile passione per le Dolomiti. Più tempo passo tra questi monumenti pallidi e più ne sono affascinata. Appena posso infilo giacca e scarponi per tuffarmi nel silenzio dei boschi pronta a raggiungere la…

»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati o clicca sulle icone per accedere

X Privacy e Cookie Policy